Hotel Saturnia & International Venezia Hotel Saturnia & International Venezia Hotel Saturnia & International Venezia
prenota ora

VeneziaNews

23/05/2012

Venezia: tradizioni e curiosita’

Gentile Ospite,
con questo nuovo appuntamento vorremmo darLe degli spunti sulle tradizioni e sulle curiosita’ veneziane, che potrebbero essere interessanti per programmare la sua prossima “ fuga in questa citta’.
Almeno una volta, vale la pena trovarsi  a Venezia in occasione di qualche festa popolare, qual’e’quella del “ bocolo  trascorsa da poco.


Si dice…. che nella seconda meta’ del IX secolo, Maria – figlia del Doge Orso I Partecipazio – amasse, ricambiata, un giovane di umili origini di nome Tancredi. Ovviamente questo amore non era ben visto dal doge, per cui Maria suggeri’ a Tancredi di andare a combattere contro i turchi, per riscattare le sue umili origini agli occhi del padre.
Il giovane si distinse valorosamente, ma fu colpito a morte e morendo cadde su un roseto. Ebbe solo il tempo di raccogliere una rosa, rossa del suo sangue, e di chiedere al suo amico Orlando di portarla a Maria come pegno d’ amore. Il giorno dopo aver ricevuto la rosa, Maria fu trovata morta nel suo letto con la rosa sul petto. Era un 25 Aprile…..


Da allora ogni anno il 25 Aprile i veneziani esprimono i loro sentimenti alla persona amata offrendo
 “ il bocolo”.


Un’altra leggenda, meno conosciuta, ricollega la tradizione del bocolo ad un roseto sbocciato accanto alla tomba di San Marco Evangelista, patrono di Venezia, di cui ricorre la festa sempre il 25 Aprile. Il roseto sarebbe stato donato ad un marinaio della Giudecca di nome Basilio, come riconoscimento per il suo impegno nel riportare in citta’ le spoglie del Santo.


Piantato nel giardino della sua casa, alla sua morte, il roseto divenne una siepe di separazione delle due proprieta’ dei suoi figli. Nel tempo i rami delle due famiglie si allontanarono per decenni, a causa di dissapori via via sempre piu’ forti, finche’ un giovane di una delle due famiglie non s’innamoro’ di una fanciulla della famiglia rivale. I due innamorati si corteggiavano guardandosi fra i rami del roseto che, dopo tantissimi anni, proprio grazie al loro amore, comincio’ a rifiorire. Il giovane colse un bocciolo e lo dono’ alla fanciulla e il gesto sanci’ la pace fra le due famiglie.
Queste e altre leggende segnano le feste popolari di Venezia; la prossima volta proseguiremo la nostra narrazione.

Nel frattempo continuate a seguirci, guardando offerte e tariffe sul nostro sito, non dimenticando lo speciale codice per clienti preferenziali sat03 in caso di prenotazione.


Grazie e alla prossima!!
Famiglia Serandrei

 

Login
Non sei ancora registrato? Registrati
Registrati
Sei già registrato? Login
Sbagliato, per favore ritentate
Inserire codice di sicurezza: inserire i numeri ascoltati:
Nuovo codice CAPTCHA
Ascolta audio CAPTCHA
Ottieni immagine CAPTCHA
Aiuto