Hotel Saturnia & International Venezia Hotel Saturnia & International Venezia Hotel Saturnia & International Venezia
prenota ora

VeneziaNews

21/11/2013

L' altra Venezia: più vera più conveniente

Gentile Cliente,


passato il clamore della stagione dei grandi eventi, con l’avvicinarsi dell’inverno Venezia si riappropria della sua anima fatta della vita di tutti i giorni, scandita da qualche tradizione, che lascia spazio al suo aspetto piu’ popolare di citta’ vera, con i suoi ritmi e le sue esigenze, lontana dall’immagine da cartolina famosa in tutto il mondo.
Per vivere la “ vera “  Venezia alle condizioni  piu’ vantaggiose, l’autunno e l’inverno sono ideali. Approfitti dunque delle tariffe speciali  del nostro Hotel a Venezia  e, prenotando, non dimentichi il codice di sconto sat03 da inserire nella casella special code per ottenere uno sconto del 7% su tutte le tariffe presenti. Per un pranzo o una cena al ristorante La Caravella, Le ricordiamo che fino al 31 Maggio 2014 continuano le proposte per il 50° anniversario.


Con l’occasione La informiamo anche che l’albergo rimarra’ chiuso dal 12 al 27 Gennaio incluso per importanti lavori elettrici e di arredamento del pianoterra; sara’ comunque aperto l’altro nostro albergo Ca’ Pisani www.capisanihotel.it
E ora…. un breve cenno su due feste popolari proprie del periodo autunnale: San Martino e La Salute.
L’ 11 Novembre, solo qualche giorno fa’, si e’ festeggiato San Martino la cui chiesa, che si trova nel sestiere di Castello in prossimita’ dell’Arsenale, fu fondata nell’ VIII secolo, forse da rifugiati della citta’ di Ravenna, di cui il santo era protettore.


In passato nel giorno di San Martino era consuetudine mangiare prodotti di stagione come le castagne e la patata dolce, ma nel tempo e’ diventata piu’ una festa per i bambini e, nonostante la tradizione stia scomparendo, in quel giorno non e’ raro incontrare nelle calli gruppetti di bambini che entrano nei negozi, facendo un gran baccano, battendo pentole e coperchi con mestoli di legno per attirare la simpatia dei negozianti che li ricompensano con dolcetti e qualche moneta.


Tutte le pasticcerie espongono il dolce tipico di San Martino, a forma di cavaliere che offre il suo mantello ad un povero; e’ un dolce fatto di pasta frolla e ricoperto o di glassa colorata o di cioccolato.


La festa della Salute, il 21 Novembre, e’ sicuramente quella dall’impatto meno turistico ed evoca un sentimento religioso popolare. Ricorda la terribile pestilenza del 1629-1631 ed il voto pronunciato dal doge Nicolo’ Contarini per ottenere l’intercessione della Vergine. A tutt’oggi migliaia di veneziani percorrono il ponte votivo, costruito per l’occasione su barche, e da Santa Maria del Giglio vanno in pellegrinaggio alla chiesa della Salute per rendere omaggio alla Madonna e chiedere la sua protezione. Il piatto molto saporito, tipico dei quel giorno e’ la castradina, a base di carne di montone.


Approfitti dunque di questi periodi per vivere la Venezia dei veneziani e ci consideri a Sua disposizione.


Un cordialissimo saluto
Famiglia Serandrei

Login
Non sei ancora registrato? Registrati
Registrati
Sei già registrato? Login
Sbagliato, per favore ritentate
Inserire codice di sicurezza: inserire i numeri ascoltati:
Nuovo codice CAPTCHA
Ascolta audio CAPTCHA
Ottieni immagine CAPTCHA
Aiuto